Vaccini sì, vaccini no

Vaccini sì, vaccini no: leggende senza fondamento

Lo so che Facebook è ricettacolo di bufale e notizie false. Lo so. Eppure, leggi una notizia una volta, poi una seconda, poi la terza, la quarta e ancora e ancora, e alla fine il dubbio ti viene per forza. Ma questo vaccino, farà davvero bene al bambino? O devo temere? C’è davvero connessione tra autismo e vaccinazioni?

Stavolta non starò a spigare come la penso. Sulla scienza non si scherza. Questa volta riporterà una lista che, sul suo sito, ha pubblicato il pediatra che cura il mio bambino, Stefano Castelli, per smontare tante leggende infondate.

  Leggende sui vaccini

1 –  Un miglioramento delle misure igieniche e sanitarie è in grado di eradicare le malattie e i vaccini non sono necessari. FALSO

Nel caso in cui si fermassero i programmi vaccinali le malattie prevenibili con i vaccini tornerebbero. In breve tempo comparirebbero di nuovo malattie diventate rarissime come la poliomielite, il morbillo e la difterite.

2 –  I vaccini si associano a parecchi effetti dannosi a lungo termine ancora sconosciuti. Le vaccinazioni possono essere anche fatali. FALSO

I vaccini in uso sono molto sicuri. Ed è molto ma molto più probabile che la salute venga gravemente compromessa da una malattia prevenibile con una vaccinazione che dalla vaccinazione stessa.

3 –  I vaccini contro difterite, tetano, pertosse e poliomielite sono responsabili della SIDS (sindrome della morte in culla). FALSO

Ci sono dimostrazioni scientifiche che non esiste nessun nesso di causalità tra la somministrazione di questi vaccini e la sindrome della morte in culla.

4 –  In Italia le malattie prevenibili con i vaccini sono quasi eradicate per cui non c’è motivo per sottoporsi alle vaccinazioni. FALSO

Anche se le malattie prevenibili con i vaccini sono diventate da noi poco frequenti, gli agenti infettivi che le causano continuano a circolare in molte parti del mondo. E in questo nostro mondo globalizzato questi agenti infettivi possono attraversare i confini geografici e infettare chiunque non sia protetto. E’ per questo che non bisogna mai abbassare la guardia.

5 –  Somministrare ad un bambino più di un vaccino per volta può aumentare il rischio di eventi avversi pericolosi che possono sovraccaricare il suo sistema immunitario. FALSO

Le prove scientifiche dimostrano che somministrare più vaccini nello stesso momento non determina effetti negativi per il sistema immunitario del bambino. Ogni giorno, d’altra parte, i bambini sono esposti a parecchie centinaia di sostanze estranee che suscitano una risposta immunitaria.

6 –  È meglio essere immunizzati dalla malattia che dai vaccini. FALSO

I vaccini interagiscono con il sistema immunitario in modo da riprodurre una risposta immune simile a quella evocata dalle infezioni naturali ma non determinano la malattia. D’altra parte il prezzo pagato per acquisire l’immunità attraverso l’infezione naturale può consistere anche nella morte o in gravi conseguenze.

7 –  I vaccini contengono il mercurio che è pericoloso. FALSO

Il tiomersale è un composto organico contenente mercurio che veniva aggiunto, solo in alcuni vaccini, come conservante. Non ci sono prove che la quantità di tiomersale contenuta nei vaccini abbia comportato rischi per la salute. Comunque, in Italia oggi nessun vaccino contiene mercurio.

8  –  I vaccini sono responsabili dell’autismo. FALSO

Non c’è nessuna prova scientifica di un legame tra la sindrome autistica e il vaccino contro morbillo, parotite e rosolia.

Per concludere, il consiglio del mio pediatra è: vaccinate i vostri bambini senza paura.