Da grande farò il pilota di aerei

Da grande farò il pilota di aerei

“Papà, da grande io voglio pilotare un aereo”

Ah si, non avevi detto un elicottero? “È uguale, prendo la patente e poi guido aerei, elicotteri, navi, macchine, schiacciasassi…”.

Per ora Diego ha le idee un po’ confuse. Ma la sua passione per ciò che vola è innegabile. Fin da piccolo rimaneva affascinato dagli aerei pubblicitari che, sulle spiagge versiliesi, fanno avanti e indietro con le loro code pubblicitarie. Crescendo la passione è rimasta: aerei ed elicotteri catturano la sua attenzione, sia quando li vede per caso, sia quando sono inquadrati da qualche tv e telegiornale.

Da grande farò il pilota di aerei

Così, qualche giorno fa, mi sono messo a cercare – è presto, è chiaro, ma l’ho fatto giusto per cuoriosità – corsi per piloti. E mi sono imbattuto nell’Istituto Aeronautico “Antonio Locatelli”.

Si trova lontano da noi, a Bergamo, ma pare sia l’unica realtà scolastica ad indirizzo aeronautico esistente sul territorio. A leggere i commenti su questa scuola paritaria pare sia un eccellenza dal punto di vista gestionale ed organizzativo, che offra un grande rigore scientifico-formativo: in realtà basta dare un occhio ai loro iscritti, passati dai 30 allievi del 1990 ai 600 studenti attuali

IL CORSO DI STUDI

L’istituto vanta un ottimo staff di docenti, molti dei quali provenienti da contesti professionali di altissimo profilo in campo aeronautico. I corsi di studio, sia per quanto riguarda l’Istituto Tecnico sia per quanto riguarda il Liceo Scientifico, sono costituiti da un ciclo di 5 anni: un biennio di preparazione di base ed tre anni di specializzazione. Le materie d’insegnamento riguardano l’aerotecnica, la circolazione aerea, la navigazione aerea e la meteorologia aeronautica.  Al termine del corso gli studenti conseguono il diploma di maturità valido per l’accesso all’università, ma anche per il concorso alle Accademie Militari (nei ruoli di pilota e non) e per l’inserimento nel mondo del lavoro: il titolo conseguito permette di avviarsi alla carriera di controllore di volo, meteorologo, pilota professionista, dirigente di enti e compagnie aeree, assistenti (hostess e steward) di terra e volo e a tutte le altre carriere connesse col trasporto aereo. E chissà che la passione di Diego non trovi un sbocco simile… Sarà lui a decidere. L’unico mestiere, da parte mia, che gli sconsiglierò è il mio, il giornalista.

L’istituto

 

Da grande farò il pilota di aerei

L’Istituto Aeronautico “Antonio Locatelli” non fornisce solo basi teoriche. Forte è, ad esempio, il rapporto fra la scuola ed il mondo del lavoro: gli allievi, si spiega il loro sito internet, partecipano a stage professionali in società aeroportuali del Nord Italia e sono diversi gli ex allievi passati dall’Istituto aeronautico al mondo professionale e militare di oggi: piloti dell’Aeronautica Militare, comandanti di Boeing, primi ufficiali, osservatori meteo.

La tecnologia, in una scuola come questa, non può certo rimanere indietro. E infatti tutti gli studenti hanno in dotazione degli iPad come strumenti didattici, su cui sono caricati tutti i libri di testo del corso di studi; questo, oltre ad un vantaggio materiale di ingombro, porta anche notevoli benefici organizzativi e di costi sostenuti dalle famiglie.

 Gli alloggi

Ovviamente una scuola del genere ha anche un occhio di riguardo per le famiglie non residenti che intendano iscrivere i propri figli: possono trovar una adeguata sistemazione nel bel convitto del complesso scolastico: un grande aereo all’ingresso darà il benvenuto a tutti.

Altre info sulla scuola per piloti

Per altre info è possibile vedere anche questo video o seguire la scuola su facebook: @istitutoaeronauticolocatellibergamo
Buzzoole